Per il nostro atleta doveva essere una giornata per fare esperienza ed allargare le proprie conoscenza nel mondo della lotta, senza particolari pretese, conoscere un modo nuovo per misurarsi in un’arte parente stretta del judo.

Praticata a grandi livelli in Russia e non solo, non molto sviluppata da noi, vede comunque misurarsi con essa atleti anche di buona levatura.

l’idea è nata così, quasi per caso: a genova, nell’ambito di una giornata dedicata alle arti marziali, vengono inseriti i campionati nazionali di Sambo: ” potresti farli” spara Gin. “proviamo” è la risposta di jack, che cala di un paio di kg e si butta nella mischia.

Due incontri soltanto ma comunque andati a buon fine e così Giacomo si è ritrovato campione italiano dei 62 kg.

Riposo ? no! c’è l’esame di maturità, ma andrà bene anche lì.

A lui i complimenti di tutto il kodokan judo  e un ” in bocca al lupo” per l’esame.