L’indecisione ha regnato fino all’ultimo : le condimeteo fino alla mezzanotte del sabato non promettevano niente di buono.

Una telefonata degli amici della Novasconi, dal profondo Sud, ci chiedeva un passaggio per il Lodi. Anche Simone Castagnola si è fermato ad Eboli, trofeo Bellizzi; e allora su di corsa a Lodi per rifarsi.

Domenica finalmente un pò di sole e le  ultime nubi respinte dal forte vento di mare.

Il palazzetto non è quello delle grandi occasioni, ma i tatami sono uguali ed è lì che ci si misura. La nostra Carlotta si ritrova insieme a 9 atlete e qualche vecchia conoscenza.

E’ il suo turno : male il primo dove fa tutto da sola : contro tecnica formato stracchino e rimane sotto.Le lacrime sono appese per un filo, non può finire così anche stavolta e allora sotto con il secondo incontro, di rabbia: si finisce a terra, prima yoko schio, poi passaggio in kesa gatame e ippon a terra.

Finalmente nel terzo incontro, finale terzo-quinto, fa vedere  quello che può e sa fare: si muove, presa, haray goshi, ippon!

E’ finita, partiamo mentre, dall’altra parte, Franco urla la sua rabbia all’arbitro.

Comunque una buona Domenica.